Buona Festa di Metà Autunno!

中秋快乐(zhōngqiūkuàilè)!

Huā hǎo yuè yuán réntuánjù

花好月圆人团聚

la Festa di Metà Autunno(中秋节Zhōngqiūjié, viene chiamata anche con i nomi di Ferragosto 八月节 Bāyuèjié, Festa della luna  月亮节 yuèliàngjié) avviene nel secondo mese d’autunno ed è festeggiata  Il quindicesimo giorno dell’ottavo mese lunare, che quest’anno è il 8 settembre; assieme alla Festa della Primavera e a quella di Duanwu(barche-drago) è considerata una delle ricorrenze più importanti per la Cina ed in diverse forme si festeggia anche in tutta l’Asia Orientale.

Come ogni altra festa tradizionale cinese anche la festa della luna  ha una propria leggenda; in questo caso la leggenda parla di Chang E, dea lunare dell’immortalità  e Houyi che era un essere immortale. Quando i due si innamorano, Houyi si attira le gelosie degli altri immortali, che lo calunniano di fronte all’Imperatore di Giada. Houyi e Chang’e vengono quindi banditi dal regno del cielo e costretti a vivere come mortali sulla Terra. Per sopravvivere, Houyi deve iniziare a cacciare e diventa un provetto arciere.

In quel tempo la Terra era circondata da dieci soli, i quali si alternavano nel fornire luce e calore al pianeta. Un giorno però i dieci soli apparvero nel cielo contemporaneamente  e di conseguenza la terra iniziò a bruciare. L’imperatore Yao, che regnava in Cina, ordinò a Houyi di usare il suo arco per eliminare nove dei dieci soli. Terminata con successo la missione, Houyi venne ricompensato dall’imperatore con una pillola che garantiva l’immortalità. Houyi riportò  la pillola a casa e la depose in un cofanetto, avvisando Chang’e di non aprirlo per nessun motivo; un giorno Peng, uno degli apprendisti arcieri di Houyi scoprì la pillola e costrinse Chang’e a dargliela. Essendo consapevole di non riuscire a lottare contro Peng, Chang’e non ha altra scelta che inghiottire lei stessa la pillola e istantaneamente il suo corpo si alzò da terra, scivolò fuori dalla finestra e volò verso la luna.

Quando Hou Yi tornò e scoprì che sua moglie se n’era andata, rimase devastato. Mentre guardava verso il cielo per urlare il suo nome vide che la luna quella notte era piena e particolarmente luminosa e intravide Chang’e. Immediatamente portò fuori i dolci preferiti di Chang’e come dono per le benedizioni del Cielo. Quel giorno è il quindicesimo giorno dell’ottavo mese lunare. Da allora adorare il Cielo e festeggiare quel giorno con dei dolci della luna(yuebing) è diventata una tradizione e rappresenta la riunione della famiglia, dell’abbondanza, dell’armonia e della buona fortuna. È così che la Festa della Luna divenne famosa tra i cinesi.

Domani sera milioni di cinesi ammirano la luna,  mangiare  Mooncake(yuebing) con tè e pensare un pò alle persone più care.  nessuna parte manca nella luna e nessuno manca nella famiglia.


Category: Uncategorized